In questo articolo si parla di:
13 Marzo 2020

A causa degli sviluppi a livello mondiale legati al COVID-19, Patagonia ha preso la decisione di chiudere la sua sede europea ad Amsterdam per almeno una settimana. L’headquarter è infatti il luogo di lavoro di oltre 100 dei dipendenti europei del brand, ai quali è stato chiesto di lavorare da casa, con l’obiettivo di proteggere la loro salute e di contribuire a rallentare la diffusione del virus nei Paesi Bassi.

Ryan Gellert, general manager di Patagonia EMEA, ha dichiarato: “Chiudere proattivamente il nostro hub europeo è stata una decisione difficile da prendere, ma vista la situazione in rapida evoluzione in cui tutti noi ci troviamo ad operare, riteniamo sia l’azione più responsabile. La nostra priorità in questo momento non è solo il benessere dei membri del nostro team e delle loro famiglie, ma è anche fare la nostra parte nella necessità critica di rallentare la diffusione del virus, così che i servizi pubblici essenziali possano continuare a funzionare nel modo più efficace possibile”.

Per quanto riguarda l’Italia, tutti e tre i negozi presenti nel nostro Paese – Montebelluna, Milano e Cortina d’Ampezzo – saranno chiusi fino al 3 aprile. L’azienda continua a monitorare la situazione nelle aree degli altri store e, se necessario, prenderà ulteriori provvedimenti.