In questo articolo si parla di:

Massimo sostegno da parte dell’European Outdoor Group (EOG) alla decisione presa da Messe München circa la calendarizzazione degli eventi legati a ISPO. In virtù di questo sodalizio di intenti tra EOG e i suoi membri, OutDoor by ISPO si svolgerà all’inizio di giugno del 2022, con l’intenzione di spostare la fiera alla fine di maggio a partire dal 2023.

Stesso destino per ISPO Monaco che si sposterà in una nuova data in novembre, a partire dal prossimo anno. Questi sviluppi sono in linea con la visione di lunga data dell’EOG e dei suoi membri che avevano già ritenuto necessario apportare modifiche fondamentali alle date delle principali fiere del settore. Questa idea si è riflesse nella Vision 2020, un progetto nato nel 2015.

Mark Held, presidente EOG

Il presidente di EOG, Mark Held, commenta: “Questi sono cambiamenti sismici per la nostra industria (e il più ampio settore degli articoli sportivi) e noi li accogliamo con tutto il cuore. Per molto tempo abbiamo sostenuto un adeguamento del calendario delle fiere e la decisione di fare questo grande cambiamento è stata avviata dalla nostra spinta e ha portato allo spostamento di OutDoor by ISPO, una scelta sostenuta dai nostri membri e partner in tutto il settore. Messe München ha tratto insegnamenti da quel processo di collaborazione e li ha applicati anche a ISPO, il che è uno sviluppo davvero positivo”.

“Quando guardo indietro al nostro progetto Vision 2020, iniziato sei anni fa, mi viene in mente il consenso travolgente dei membri di EOG e del settore in generale sul fatto che le fiere rimanessero vitali per il nostro settore, ma che sarebbero dovute evolvere in grande stile per essere più efficienti. Abbiamo iniziato questo lavoro a OutDoor by ISPO nel 2019, in collaborazione con Messe München, ma poi non siamo stati in grado di fare rapidamente i passi successivi a causa della pandemia. Ironicamente, quel ritardo ha ora permesso
a tutte le parti interessate di concordare questo cambiamento fondamentale”.

“Tanto di cappello al team di Messe München per aver preso questa decisione coraggiosa per entrambe le fiere, e spero che tutti voi concordiate che sia la mossa giusta per il settore outdoor. Permetterà a tutti noi di rinnovare e rivitalizzare queste fiere iconiche e dare piena attuazione alle idee e alle iniziative emerse da Vision 2020, a partire da OutDoor by ISPO il prossimo giugno. Questo è stato possibile grazie a un profondo spirito di collaborazione precompetitiva da parte di tutti i partner. Sono molto orgoglioso del ruolo che abbiamo svolto nel raggiungere questo obiettivo e ringrazio tutti coloro che sono stati coinvolti”.

Il segretario generale dell’EOG, Arne Strate, aggiunge: “L’European Outdoor Group ha intrapreso un’ampia ricerca interpellandi sia i nostri membri e che altre figure chiave del settore, ed è emerso chiaramente che le fiere rimarranno parte integrante dell’anno commerciale per i più ampi settori degli articoli sportivi e per l’outdoor”.

“Se svolta al momento giusto, non c’è niente di così efficace ed efficiente per fornire una panoramica completa del mercato, fungere da vetrina per i nuovi prodotti e le tendenze globali, o per mettersi al passo con colleghi e colleghi in pochi giorni. Per questi motivi, siamo estremamente lieto che il team di Messe München abbia ascoltato le esigenze dei nostri membri e del più ampio settore dell’outdoor”