In questo articolo si parla di:
26 Settembre 2018

A Malmö, in Svezia, l’EOS 2018 (19-20 Settembre) si è concluso con un numero record di partecipanti: oltre 300 esperti del settore internazionali hanno infatti partecipato all’evento. L’European Outdoor Group (EOG) ha organizzato il meeting insieme allo Scandinavian Outdoor Group. Mark Held, segretario generale di EOG, ha anche svelato la location del prossimo meeting annuale.

John Scully di NEOCLES

A Malmö EOG e SOG sono stati capaci di portare speakers di primissimo piano a programma. Il motto di quest’anno era “The Outdoor Industry – A Progressive Business Sector: Outdoor Digital”. Anche i temi della sostenibilità e del futuro del retail sono stati spesso il focus degli speakers principali e delle relazioni.

“Retail is not dead, only boring retail is dead” è stata una delle frasi emblematiche che sono state dette, espressa da Markus Rech, ceo di Sport Scheck. Tobias Gröber, capo di ISPO Group, ha anche sottolineato le opportunità di networking del Summit, che sono ” ogni anno notevoli”.

Tra i relatori, oltre a Rech ricordiamo, solo per citarne alcuni il ceo di Thule Magnus Welander (foto sopra), Erik Ahlström (immagine di copertina), che si è fatto un nome con l’ideazione del “Plogging” e il ceo di Mammut Oliver Pabst.

L’anno prossimo il Summit avrà luogo a Interlaken, in Svizzera, come ha annunciato Mark Held e la data è già stata fissata: 26-27 settembre. Persino i più importanti stakeholders outdoor, dai produttori alle agenzie ai media, fino ai dealers e i fornitori potranno una volta di più trovarsi insieme per uno scambio di idee sul settore.

europeanoutdoorsummit.com