In questo articolo si parla di:

Un incontro che ha voluto tirare le somme sul pensiero del mondo noleggio, interrogando alcuni dei suoi protagonisti dislocati in diverse parti dell’arco alpino. L’appuntamento digitale di Prowinter Connects ha così dato vita a un dibattito intorno al focus principale della stagione: la montagna e il panorama degli sport invernali nella stagione più delicata della storia recente dello sci.

Più di un’ora di scambio di opinioni per cercare di districarsi tra le differenti criticità che si sono presentate e si presenteranno a seguito degli ultimi sviluppi della pandemia, ma soprattutto delle decisioni di governo.

Diversi gli argomenti toccati, senza tralasciare l’analisi delle nuove occasioni che nonostante tutto si profileranno: tra tutte la crescita di discipline come l’escursionismo con ciaspole, lo scialpinismo e lo sci di fondo.

Con il webinar intitolato “La montagna è sicura: 1000 noleggi italiani insieme per l’apertura delle aree sciistiche” Alfredo Tradati, coordinatore del progetto Prowinter Lab, e lo staff di Fiera Bolzano hanno posto l’accento sulle problematiche emerse dall’applicazione degli ultimi decreti ministeriali, ma anche sulle opportunità che l’attualità porta in dote.

La crescita del pubblico della neve

Sulla scorta di quanto successo la scorsa estate, si ipotizza l’incremento di nuovi utenti che si affacceranno alla montagna per vivere una “prima” esperienza sulla neve: indossando le ciaspole, gli sci da scialpinismo oppure da fondo, per molti di loro potrebbe essere un esordio.

“Nell’economia invernale, discipline come lo scialpinismo o lo sci nordico hanno sempre recitato un ruolo di attori non protagonisti se paragonati alla figura dello sci da discesa. Nell’inverno che ci aspetta, invece, potremmo assistere a un cambio radicale di paradigma e le strutture di noleggio hanno già captato questo segnale”,

ha commentato Alfredo Tradati.

Ciaspole, sci da fondo, sci con le pelli e, più in generale, racchette per escursioni, infatti, sono articoli sempre più richiesti dai noleggiatori che si preparano ad accogliere una “nuova” clientela.

“Le abbondanti nevicate di questi ultimi giorni possono sembrare una beffa per il settore – conclude Tradati –, ma la neve anche a bassa quota permetterà la crescita di altre discipline che nel futuro amplieranno il pubblico di chi trascorre le proprie vacanze invernali in montagna, garantendo stagioni che potranno tornare a chiudersi con un segno positivo”.

Prowinter 2021, un riferimento certo in un clima di incertezza

Con l’appuntamento odierno di Prowinter Connects è iniziata la marcia di avvicinamento verso la 21esima edizione di Prowinter, la fiera dedicata al noleggio dell’articolo sportivo, in programma a Bolzano dal 7 al 9 aprile 2021. Per il posizionamento nel calendario, la manifestazione fieristica conferma la propria centralità nel panorama degli eventi legati agli sport invernali: “A oggi lo sforzo di tutta Fiera Bolzano è rivolto a programmare una manifestazione fieristica in presenza – ha dichiarato Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano –. Prowinter è sempre stata un punto di riferimento per tutto il settore della montagna invernale e l’edizione 2021 lo sarà ancora di più visto il grande momento di cambiamento che tutti stiamo vivendo”.