In questo articolo si parla di:

In un connubio tra cultura urbana, street art, rap e ovviamente skateboarding, si è conclusa il 25 giugno la prima edizione della Red Bull Skate Week. A chiudere la settimana all’insegna dello skateboarding è stato il contest G-Shock #NoComply Toughness nella nuovissima Gratobowl, appena ricostruita nello storico spot di Gratosoglio, con montepremi di 10.000 euro. La vittoria è andata a Martino Cattaneo, mentre Andrea Casasanta si è aggiudicato il best trick. La sera prima grande festa invece al negozio Santa Cruz con musica dal vivo e live painting sulle tavole, poi messe all’asta in favore dell’associazione Milano Skateboarding.

La settimana è partita lunedì 19 giugno con il contest di downhill Trashin Milano Massacre alla montagnetta di S. Siro, una gara di velocità old school ispirata al film “Trashin corsa al massacro” con tanto di vestiti a tema anni 80, ed è proseguita poi nei giorni successivi con un evento diverso in varie location milanesi.

Martedì 20 gli skater si sono sfidati allo Skatepark Plaza Lampugnano sulla struttura Red Bull City Crusher realizzata per il contest di Best Trick DC Lamp 1, mercoledì 21 invece si sono tenuti i festeggiamenti per la giornata mondiale dello skateboarding al Parco Lambro, dove i protagonisti della scena hanno inaugurato il restyiling della bowl ridipinta dagli artisti di Clash Paint. Giovedì 22 al Pinbowl Skatepark di Pero è stata allestita la mostra fotografica “17 Lenses – il viaggio dello skateboading italiano attraverso l’obiettivo di 17 fotografi”, in collaborazione con Canon.