In questo articolo si parla di:

Disegnare una seconda vita per gli sci: è l’obiettivo che si sono posti 25 studenti partecipanti al San Marino Design Workshop 2017. Il progetto è nato dalla collaborazione tra il Gruppo Tecnica e l’Università di San Marino, punto di riferimento del mondo del design per il suo Corso di laurea in Disegno industriale, che ogni anno organizza una serie di Workshop estivi. Nell’edizione 2017 il tema guida erano i “moderni artigiani” che hanno sviluppato tecniche sempre più raffinate nello sviluppo industriale.

Lo sci, forse il più antico mezzo di locomozione al mondo, e in migliaia di anni ha subito un’evoluzione sorprendente e oggi è un oggetto altamente tecnologico che, per la sua struttura estremamente complessa, risulta però di difficile smaltimento. Per questo il Gruppo Tecnica sta cercando nuovi progetti e soluzioni che consentano un riutilizzo, magari a favore della comunità. La collaborazione con gli studenti di design è un primo passo in questa direzione.

Il progetto, coordinato dalla designer Sara Ferrari, ha previsto per gli sci Nordica e Blizzard un lavoro di “upcycling” diverso dal recycling in quanto un rifiuto non viene semplicemente riutilizzato, ma viene trasformato in un oggetto completo, del tutto nuovo. Nel caso degli sci, l’obiettivo era dare la giusta dignità ai nuovi oggetti, senza scordarsi della loro provenienza ma richiamandola, per creare nuove idee ricche di significato e di racconto.

Il risultato del lavoro sono una serie di prototipi che potranno essere sviluppati nel prossimo futuro. I 5 progetti sono stati sviluppati sui concetti di: Divertimento, Funzione, Indossare, Agevolare, Sci in spalla. Ecco allora che gli sci Nordica e Blizzard sono diventati giochi per bambini, complementi d’arredo (dal lampadario, alla cornice, agli appendini), gioielli, ma anche elementi funzionali come un portabicicletta da muro e un espositore portatile di sci.