In questo articolo si parla di:

La notizia è stata riportata il 12 novembre dal portale Blister Review: Stephan Drake, il co-fondatore di DPS Skis, uno dei marchi di sci per il fuoripista più innovativi e rivoluzionari di sempre, ha lasciato l’azienda che aveva creato nel 2005.

L’ipotesi è che i punti di vista differenti tra Stephan e uno degli investitori di DPS abbiano portato alla separazione.

Drake è senza dubbio un personaggio che ha avuto un’enorme influenza sul design degli sci e della sciata su neve polverosa, e il DPS Lotus 138 è stato uno sci rivoluzionario che ancora oggi rappresenta una delle migliori soluzioni per la neve profonda.

L’azienda non ha rilasciato molte informazioni sulla ragione di questo divorzio, confermando solo che l’altro co-fondatore, Peter Turner, rimarrà in azienda e che Drake non continuerà a collaborare da esterno con il brand. Alex Adema, ex coo, prenderà il posto suo posto come ceo.

Dal canto suo, Drake ha rilasciato questa dichiarazione: “Il cambio di controllo di DPS è il risultato della presa di posizione ostile da parte di un singolo investitore che deteneva un forte potere economico. Sulla base della crescita positiva, del’innovazione della catena distributiva e della visione del futuro, avevo il supporto degli altri investitori, del consiglio di amministrazione e del comitato consultivo. Ma i nostri sforzi condivisi sono stati sostanzialmente bloccati. Mi sono sentito come in lutto per la perdita di un figlio, per qualcosa in cui ho investito tutto il mio spirito, la mia creatività e il mio tempo negli ultimi 15 anni. Ora, però, sto esplorando con entusiasmo nuove opportunità: nei prossimi mesi ci saranno degli annunci”.

Sarà dunque interessante vedere cosa questo guru dello sci saprà inventare. I commenti sulla rete – dai forum dei portali specializzati ai social network – non lasciano adito a dubbi: qualsiasi iniziativa Drake abbia in mente, avrà il supporto di tanti dei suoi ex clienti (o forse potremmo dire addirittura “fan”) di DPS.